Sala: "Mia ossessione è 40% per eleggere presidente Repubblica"

Mch

Milano, 27 lug. (askanews) - Trovare il modo di ottenere alle prossime elezioni il 40% dei consensi, per essere maggioranza in Parlamento ed evitare che il prossimo Presidente della Repubblica sia eletto "da una alleanza di destra; non di centrodestra". E' "l'ossessione" di Beppe Sala, sindaco di Milano, che a margine della commemorazione della strage di via Palestro del 1993 è tornato a parlare della sua apertura al Movimento 5 Stelle paventata in un'intervista a Repubblica ieri.

"Ho un punto fermo in tutti i miei ragionamenti - ha spiegato Sala - un po' un'ossessione che penso tutti a sinistra debbano avere: se non si mette insieme un 40% il prossimo Presidente della Repubblica, un ruolo fondamentale in Italia, più importante di un premier che cambia rapidamente, viene eletto da questa maggioranza o se si andasse alle elezioni oggi da una alleanza di destra. E non di centrodestra".

Per evitarlo, il numero uno di Palazzo Marino invita a trovare "delle formule: io - ha aggiunto - non pretendo di sostenere che la mia sia quella giusta, ma bisogna trovare delle formule che portino al 40%. Ricordo che questa è una legge elettorale che abbiamo voluto noi: dobbiamo sentirci responsabili", ha sottolineato Sala.

"Le differenze esistano, ma invito tutti a evitare di essere sprezzanti, ironici", ha proseguito Sala. Rispondendo a chi gli chiedeva delle critiche arrivate da esponenti dem, Sala ha risposto dicendo che "ogni parola va ascoltata finché non si decide una linea: non si tratta di fare un contratto di coalizione, ma rimanere attivi su un certo tipo di riflessione è importante perché nessuno di noi sa quando si andrà alle elezioni. Ma quando si andrà alle elezioni la situazione potrebbe precipitare", ha chiosato.