Sala: Milano pronta a restituire energia di cui Italia ha bisogno

Asa
·1 minuto per la lettura

Milano, 2 nov. (askanews) - "La riserva di passione, di entusiasmo e di laboriosità di Milano è pronta, anche oggi, a restituire all'Italia l'energia di cui ha bisogno per un nuovo inizio. Per ripartire domani su basi nuove, cogliendo da questa crisi drammatica lo spunto per superare errori del passato e immaginare un futuro migliore. Un futuro che io sogno più giusto, più verde, più solidale". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, durante la cerimonia stamani per l'iscrizione di 18 nuovi benemeriti al Famedio del Cimitero Monumentale. "Capacità di confronto tra diverse sensibilità e soprattutto collaborazione leale e costruttiva tra tutte le istituzioni sono sempre state alla base della crescita civile della città e del Paese, soprattutto nei momenti più difficili. Oggi quei valori sono più necessari che mai: spirito di servizio e dedizione al bene comune sono indispensabili per superare questa fase e ripartire domani con più forza e ottimismo" ha ribadito Sala. "Chi è ricordato nel Famedio è un maestro per tutti noi milanesi. Oggi abbiamo bisogno di questi maestri, per non cedere allo scoraggiamento di questi mesi difficili, di dolore, di incertezza. La loro vita, le loro opere, la loro tenacia dimostrano che Milano, anche nei momenti più difficili, c'è, e che da Milano può partire una parola di speranza" ha osservato il primo cittadino. I nuovi iscritti sono: Claudia Artoni, Cini Boeri, Francesco Saverio Borrelli, Giulia Maria Crespi, Philippe Daverio, Francesca Dendena, Giulio Giorello, Vittorio Gregotti, Giovanni Greppi, Eugenio Monti Colla, Gianni Mura, Grazia Nidasio, Maria Perego, Umberto Quintavalle, Riccardo Sarfatti, Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli, Franca Valeri".