Sala: per Meazza l'ideale sarebbe spazio commerciale-mini arena

Asa

Milano, 30 ott. (askanews) - "Probabilmente, ma bisogna capire fattibilità, la cosa migliore sarebbe una soluzione mista", cioè che comprenda uno spazio è una "arena ridotta" visto che "il calcio non è solo Serie A, ma anche giovanili e femminile". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine della presentazione della Generali Milano Marathon, a proposito della rifunzionalizzazione dello stadio Meazza chiesta dal Consiglio comunale nel dare il via libera a Milan e Inter alla costruzione di un nuovo impianto a San Siro. "Credo che sul fatto che una diversa soluzione potrebbe essere utile alla città siamo tutti d'accordo, il problema è se da un punto di vista finanziario sia fattibile, su questo ci confronteremo" ha aggiunto.

"La situazione mi pare chiara: non c'è chiusura dal punto di vista dell'amministrazione sul nuovo stadio però siccome non si parla solo di un nuovo stadio ma anche di centri commerciali, hotel e uffici, bisogna capire se questi collimano con l'interesse pubblico. Se si parlasse solo di uno stadio, questo lo voglio dure anche ai tifosi, la cosa sarebbe molto più semplice, ma dato che su un terreno nostro c'è la volontà di realizzare dell'altro bisogna solamente trovare un punto di equilibrio tra gli interessi legittimi di chi investe e i nostri interessi" ha proseguito Sala.

"La Giunta delibererà perché serve un passo formale rispetto alla necessità di aprire un dialogo operativo con le società" ha continuato ricordando che con il suo voto il Consiglio comunale ha fissato due paletti importanti: "La riduzione delle volumetrie e provare a verificare la rigenerabilità, quanto si può rigenerare San Siro. Non è detto si possa, ma me lo auguro, chiedo alle società uno sforzo serio per cercare di trovare una nuova vita a San Siro. Vorremmo evitare di arrivare a rimanere con cerino in mano, noi riteniamo che soluzioni ci siano, bisogna lavorare insieme da subito insieme".