Sala: sindaci ignorati quando si decide. Facciamoci sentire

Rus

Roma, 2 ott. (askanews) - "Ci sono tanti sindaci in giro per l'Italia che hanno più esperienza di una fila di ministri che vedo passare. Il nostro è un paese che ignora totalmente questo fatto". E poi "quando nasce un governo non siamo per nulla ascoltati, quando si tratta di lavorare di politiche economiche non siamo consultati. Siamo sempre in difesa, sperando di limitare i danni del Def. Non dobbiamo più accontentarci o spaventarci, dobbiamo chiedere di entrare nel momento delle decisioni critiche. Abbiamo esperienza, tempo e rappresentatività".

A sottolinearlo è stato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che questa mattina è intervenuto al Festival delle città.

"Sarà un fallimento se questo paese non avrà il coraggio di andare verso una riforma del sistema amministrativo-locale. Il regionalismo a 20 è fallito, le città metropolitane vere sono 3 e non 14. Non è più pensabile di avere province senza risorse che però stanno lì. E poi 8mila Comuni sono troppi - aggiunge Sala - Dobbiamo farci sentire nel momento delle decisioni. L'Italia ha bisogno di una marea di riforme: quando hai un fiato di un anno e un mese non puoi pensare alle riforme perché in 75 anni abbiamo avuto 70 governi. Il futuro è delle città perché le città possono cambiare e anche radicalmente, è il momento in cui la smettiamo di fare il ventre molle e cominciamo a farci sentire".