Sala vs Raggi “Milano invidiosa di Roma? Anche no”

Duccio Fumero
“Se ci invidiano cosa possiamo fare?” aveva dichiarato Virginia Raggi a margine della maratona di Roma. (Credits – AP)

Beppe Sala contro Virginia Raggi, cioè Milano contro Roma. Un dualismo storico, spesso estremizzato da chi vede tra milanesi e romani una differenza incolmabile, come cantava Alberto Fortis in “Milano e Vincenzo” o “Vi odio a voi romani”. Un dualismo tornato di moda negli ultimi giorni, quando i due sindaci delle metropoli italiane si sono scontrati a causa delle due maratone disputate in contemporanea a Milano e Roma.

“Se ci invidiano cosa possiamo fare?” aveva dichiarato Virginia Raggi a margine della maratona di Roma, ironizzando sul fatto che la maratona di Milano si fosse svolta in contemporanea con quella romana. Una battuta che aveva subito scatenato la reazione sui social network, con molti utenti che su Twitter si chiedevano, sinceramente, cosa avessero i milanesi da invidiare ai romani, soprattutto viste le ultime amministrazioni, quella Raggi inclusa.

Uno scontro cui per alcuni giorni aveva evitato di entrare Beppe Sala, il sindaco di Milano. Che aveva glissato sull’argomento, lasciando che fossero addirittura i romani stessi a rispondere al loro sindaco. “Perché Milano ci dovrebbe invidiare? Mi risulta che lì funziona tutto perfettamente, giusto il clima a Roma è migliore ma non per la Raggi” si legge su Twitter, oppure “Raggi, tu non conosci i milanesi e Milano. Milano è bella, internazionale e vivibile. Roma è solo bella”.

Ma alla fine il sindaco di Milano non ha resistito, e all’inaugurazione del Salone del Mobile di Milano non ha saputo evitare di rispondere a tono al sindaco pentastellato della capitale. “Voglio rassicurare la mia collega sindaca di Roma che domenica ha parlato di invidia da parte di Milano: anche no” ha detto Sala, che poi ha continuato “I milanesi non sono invidiosi, l’invidia deriva anche dalla solitudine, qui invece siamo tutti magnificamente insieme per il bene della nostra città”.

E a guardare tutte le classifiche degli ultimi anni, effettivamente, è difficile immaginare che Milano possa invidiare Roma, superata anche nelle graduatorie delle città preferite dai turisti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità