Salario minimo, Nisini: "Non è bandierina politica e soluzione a tutti i mali"

(Adnkronos) - "Il salario minimo non può essere una bandierina politica da sventolare all'occorrenza, né tantomeno la soluzione a tutti i mali. Serve ridurre il cuneo, innalzare i salari e non fare politiche al ribasso che rischiano di compromettere ulteriormente la situazione". Così, con Adnkronos/Labitalia, Tiziana Nisini (Lega), sottosegretaria al Lavoro, sul salario minimo.

Secondo Nisini "dobbiamo rafforzare la contrattazione collettiva così come chiede l’Europa. La direttiva è chiara, nei paesi come il nostro dove la contrattazione ha percentuali bel oltre l’80% va rafforzata e non demolita. Non tutti l’hanno letta o capita".

"Serve inoltre eliminare quei contratti -continua- che fanno dumping e situazioni che possano favorire il mercato nero".

"Soprattutto dobbiamo aiutare le imprese ad assumere, incentivando e favorendo l'inserimento dei giovani e lo sviluppo del capitale umano", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli