Rt sale a 0,89, ma Italia sempre più gialla: verso zero Regioni rosse

·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
- (Photo: photoman via Getty Images)
- (Photo: photoman via Getty Images)

L’Italia diventa sempre più gialla e nessuna regione dovrebbe essere rossa. La Valle d’Aosta, l’unica ancora a rischio alto, dovrebbe diventare arancione. Stesso colore per la Sicilia. Verso un cambio per Calabria, Puglia e Basilicata che dovrebbero passare dall’arancione al giallo. Incerta ancora la situazione per la Sardegna. Le decisioni, sulla base dei dati della cabina di regia verranno prese dal ministro della Salute Roberto Speranza con le ordinanze delle prossime ore, con effetto da lunedi prossimo.

Intanto però sale anche questa settimana l’indice Rt in Italia che passa dallo 0.85 della scorsa settimana a 0.89.

“Si osserva un miglioramento generale del rischio, con nessuna Regione a rischio alto”, si legge nel report dell’Istituto superiore di sanità, secondo cui “sei Regioni e Province autonome hanno una classificazione di rischio moderato (di cui una, Calabria, ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e 15 Regioni e Province autonome che hanno una classificazione di rischio basso”. “Una Regione (Molise) e una Provincia Autonoma (Bolzano) hanno un Rt puntuale maggiore di 1, ma con il limite inferiore sotto l’uno. Tutte le Regioni e Province autonome hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno”.

L’incidenza ”è in lenta diminuzione ma ancora elevata per consentire sull’intero territorio nazionale una gestione basata sul contenimento ovvero ull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti. Di conseguenza, è necessario continuare a ridurre il numero di casi anche attraverso le misure di mitigazione volte a ridurre la possibilità di aggregazione interpersonale e proseguire la campagna vaccinale per raggiungere rapidamente elevate coperture nella popolazione”. Nel dettaglio, il monitoraggio indica come qu...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli