Salerno, aereo scomparso sabato: trovati in mare alcuni relitti

Pdf

Salerno, 17 mag. (askanews) - I Vigili del Fuoco del nucleo elicotteri di Salerno hanno avvistato in mare, circa 10 miglia al largo della costa sud salernitana, tra Pisciotta e Palinuro, alcuni relitti che potrebbero verosimilmente appartenere all'ultraleggero anfibio Icp "Savannah", scomparso con due persone a bordo, un uomo e una donna, nel pomeriggio di sabato 12 maggio 2018.

Si tratta di uno dei galleggianti dell'ultraleggero che, quindi, potrebbe aver tentato un ammaraggio, forse per un problema tecnico, mentre era in rotta tra Castiglione del Lago, sul Trasimeno - dove gli occupanti avevano partecipato all'annuale "Meeting di Primavera" dei piloti Vds (Volo da diporto o sportivo) - e Nicotera, in Calabria dove era previsto uno scalo tecnico prima di continuare verso Calatabiano, in provincia di Catania.

A bordo c'erano il pilota 56enne Giuseppe De Maggio, di Messina e la passeggera 53enne, Rossella Gimigliano, di Catanzaro, attualmente dispersi. Secondo gli esperti, per sradicare i galleggianti dalla cellula del piccolo velivolo, l'impatto con l'acqua dev'essere stato violentissimo. Nella zona, in effetti, c'era molto vento e mare grosso.

Poco prima che se ne perdessero le tracce, gli occupanti del velivolo avevano inviato via Whatsapp ad alcuni amici delle foto delle isole di Capri e Procida appena sorvolate.

Le ricerche coordinate dal capitano dei carabinieri Mennato Malgieri continuano con l'impiego di elicotteri, aerei e imbarcazioni dei carabinieri, dei Vigili del fuoco, dell'Aeronautica Militare e della Guardia Costiera.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità