Salerno, morto in un incidente a soli 16 anni: la decisione della procura

Vittorio Senatore
Vittorio Senatore

La procura della repubblica di Salerno ha riaperto l’inchiesta su Vittorio Senatore, il ragazzino di 16 anni morto in un incidente in scooter il 15 settembre di 3 anni fa in via Croce, la strada che collega Salerno a Vietri sul Mare. Sono tre gli indagati nella vicenda. I tre giovani si sarebbero trovati assieme a Vittorio la sera della morte. Alla fine le richieste dei legali della famiglia del minorenne sono state accolte. Non è ancora chiaro cosa accadde il giorno dell’incidente. La madre e il padre del ragazzino non hanno mai creduto alla dinamica ricostruita poco dopo la morte del figlio.

Vittorio morto in un incidente: i traumi riportati

Come informa Ottopagine.it i traumi riportati da Vittorio Senatore non sarebbero da scivolamento, bensì da schiacciamento. Essi, ipotizzando, sarebbero dunque compatibili con un investimento da parte di un altro motorino. Quella sera, Vittorio si trovava sullo scooter assieme a un amico. Dietro di loro, altri due amici li seguivano su un altro motorino. Compito degli inquirenti sarà chiarire se vi siano altre responsabilità per la morte di Vittorio, come gli stessi genitori denunciano da tempo.

La denuncia della famiglia

Secondo la famiglia di Vittorio Senatore i due ragazzi in sella a uno scooter avrebbero sormontato il corpo del 16enne e del suo amico, anche loro sul motorino appartenente alla vittima. Come informa il Mattino, la nuova accusa mossa dagli inquirenti è quella di omicidio stradale.