Salerno, sparatoria al pronto soccorso: due feriti

Salerno, sparatoria al pronto soccorso: due feriti

Lite al Pronto Soccorso di Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, tra il figlio di un anziano malato e il padre del medico di turno, poi tra quest’ultimo e il nipote dell’anziano malato. Il bilancio è di due feriti.

La lite al pronto soccorso

Un uomo, come riporta Il Messaggero, ha condotto suo padre in ospedale e ha tentato di bypassare la fila convincendo il medico di turno che, però, ha rifiutato di ricoverare l’anziano. Così, l’accompagnatore dell’ottantenne si è scagliato contro il medico di turno dopo un diverbio.

Il primo sparo

L’uomo, una volta fuori nel piazzale dell'ospedale Santa Maria dell'Olmo, è stato avvicinato dal padre del chirurgo. Quest’ultimo, dopo urla e spintoni, ha estratto la pistola e gli ha sparato alle gambe prima di scappare.

Il secondo sparo

La fuga è durata pochi metri perché il figlio del ferito lo ha raggiunto e - dopo una colluttazione - ha sparato colpendo il padre del chirurgo alla caviglia.

VIDEO - Reati, a Milano il primato italiano


LEGGI ANCHE: Dramma nel Parmense: bimbo di 3 anni muore in un incidente

Entrambi i feriti sono stati condotti in sala operatoria, mentre i carabinieri della locale tenenza di Cava de' Tirreni e i poliziotti del locale commissariato indagano sull’accaduto.

L’azienda ospedaliera ha rilasciato una nota: “In riferimento all'episodio occorso nel pomeriggio di oggi presso il Presidio Ospedaliero Santa Maria dell'Olmo di Cava de' Tirreni, l'azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno attende l'esito delle indagini in corso da parte dell'Autorità Giudiziaria, precisando che la Direzione Commissariale ha prontamente attivato il servizio ispettivo aziendale”.