Salerno, trovato morto l’escursionista disperso sul Monte Accellica

escursionista

“Proseguono le ricerche del ragazzo disperso sul Monte Accellica” informava su Facebook il Soccorso Alpino, attorno alle 13 di domenica 22 settembre 2019. Un paio d’ore dopo però la tragica scoperta. Il corpo di Danilo Mongiello, 39enne di Eboli ma originario della Puglia, è stato infatti ritrovato proprio sulle alture che si trovano tra la provincia di Salerno e quella di Avellino.

L’escursione

Il giovane era partito con altri due amici per un’escursione sabato 21 settembre, dirigendosi sulla cima del Monte Accellica. Ad un certo punto si sono separati e del ragazzo non si sono avute più notizie. Prima di proseguire da solo, l’uomo aveva però lasciato intendere di voler attraversare da sud a nord la cresta.

Quando è scattato l’allarme, sul posto sono accorsi subito alcune squadre del Soccorso Alpino, che hanno perlustrato l’area senza sosta, lavorando anche di notte con l’ausilio dell’aeronautica militare. Alle ricerche hanno collaborato anche alcuni reparti dei vigili del fuoco e della Polizia. Una volta imbracato, il corpo ormai senza vita del giovane è stato così riportato a valle.

Precipitato nel vuoto

Le autorità avranno ora il compito di ricostruire che cosa sia accaduto al giovane e cosa ne abbia provocato il decesso. Stando alle prime indiscrezioni riportate da salernonotizie.it, Danilo sarebbe precipitato nel vuoto per diversi metri.

Tanti i messaggi di cordoglio apparsi su Facebook. “Mi avevi detto che ti piaceva volare, ti dissi non ancora, non mi hai ascoltata, ma camminerai sempre con me” scrive un’amica. E ancora: “Questa tragica notizie mi ha lasciato incredulo. Oggi non faccio altro che ricordare di quanti Natali trascorsi insieme a giocare, eri un ragazzo buono d’animo. Ti porterò sempre nel cuore. Riposa in pace cugino“.