Salini Impregilo sponsorizza mostra capolavori Raffaello a Roma

BOL

Roma, 3 mar. (askanews) - Salini Impregilo main sponsor della mostra "Raffaello", la più grande rassegna dedicata all'artista mai realizzata in Italia, una grande esposizione monografica visitabile presso le Scuderie del Quirinale di Roma dal 5 marzo al 2 giugno per celebrare il genio del Rinascimento, nel cinquecentenario della sua scomparsa avvenuta a Roma il 6 aprile del 1520 all'età di soli 37 anni. Lo rende noto un comunicato dell'azienda

Protagonisti della mostra su Raffaello saranno oltre duecento capolavori tra dipinti, disegni e opere di confronto, riuniti per la prima volta al mondo in così gran numero e provenienti da grandi istituzioni italiane e straniere, 50 delle quali direttamente dagli Uffizi di Firenze. Tra le grandi opere, la Madonna del Granduca delle Gallerie degli Uffizi, la Santa Cecilia dalla Pinacoteca di Bologna, la Madonna Alba dalla National Gallery di Washington, il Ritratto di Baldassarre Castiglione e l'Autoritratto con amico dal Louvre, la Madonna della Rosa dal Prado, la celebre Velata di nuovo dagli Uffizi. Raffaello, oltre che pittore, fu anche primo architetto papale con Leone X, e come tale si occupò dell'organizzazione e della supervisione dei cantieri per Roma antica e moderna. La sua attitudine a lavorare contemporaneamente in più cantieri con squadre di grande competenza ha particolarmente ispirato Salini Impregilo, che ha inserito la mostra nella sua "agenda cultura", l'insieme delle iniziative con cui il Gruppo contribuisce alla diffusione della cultura nel mondo, procedendo contemporaneamente con interventi per preservare il patrimonio del passato e con progetti per costruire nuovi luoghi di cultura.

Salini Impregilo ha supportato nel mondo molti clienti a realizzare infrastrutture innovative e sostenibili come luoghi di incontro e aggregazione di persone, idee e culture, come il centro culturale Stavros Niarchos di Atene, oltre ad interventi di recupero del patrimonio archeologico, come nel caso dello spostamento dei Templi di Abu Simbel in Egitto. Nel corso degli anni il Gruppo ha inoltre organizzato oltre 20 tra mostre ed eventi culturali, con circa 250mila partecipanti: dalle esposizioni multimediali sulle grandi opere come Cyclopica, a Spazio Ponte, la mostra permanente interattiva allestita a Genova per raccontare la costruzione del nuovo Ponte; dagli eventi e dal libro celebrativo sul maestro d'orchestra Arturo Toscanini, fino alle mostre fotografiche che raccontano le comunità locali con cui Salini Impregilo entra in contatto ogni giorno in oltre 50 paesi nel mondo.