Salini Impregilo: sprint finale su pile del ponte del Polcevera

Cro

Roma, 7 feb. (askanews) - Sprint finale per i lavori alle pile del nuovo Ponte sul Polcevera a Genova. Sono ormai in fase di completamento le pile 12 e 17 dell'opera costruita da Salini Impregilo e Fincantieri attraverso la joint venture PerGenova. Venti cantieri all'opera in contemporanea e su più fronti, sottoterra, in elevazione e in quota, che con queste ultime due pile completano le 18 strutture in calcestruzzo, alcune alte più di 40 metri e che, includendo le fondazioni, possono essere paragonate a un grattacielo di circa 90 metri.

Lavori che procedono in parallelo al varo degli impalcati. È stata issata oggi l'ottava campata, la terza a levante nell'area di Parco Campasso, tra le pile 13 e 14 e del peso di circa 456 tonnellate: la prima campata del ponte sotto cui i genovesi potranno nuovamente transitare e vedere il viadotto. Completato questo varo, che porta la lunghezza complessiva visibile del Ponte a 400 metri, ci si prepara per quello della prima campata da 100 metri, una delle 3 di questa lunghezza che scavalcheranno il fiume Polcevera.

Operazioni che vedono in campo in parallelo, nei momenti di picco, fino a 600 persone, circa una ogni due metri di ponte, e oltre 1000 se si considera anche l'indotto. Sono proprio le testimonianze di chi ogni giorno vive la sfida della ricostruzione dell'opera alla base della prima docu-serie video "Stories" di Salini Impregilo. Un racconto in pillole che si incentra sugli uomini e le donne che sono l'anima di quest'opera smart e a basso impatto ambientale controllata da 8 webcam sempre attive sul sito