Chi è Sally Buzbee, il primo direttore donna del Washington Post

·Giornalista praticante
·2 minuto per la lettura
JERSEY CITY, NJ - MAY 11: Sally Buzbee was announced as the new executive editor of the Washington Post on Tuesday, May 11, 2021. (Celeste Sloman for the Washington Post) (Photo: The Washington Post via The Washington Post via Getty Im)
JERSEY CITY, NJ - MAY 11: Sally Buzbee was announced as the new executive editor of the Washington Post on Tuesday, May 11, 2021. (Celeste Sloman for the Washington Post) (Photo: The Washington Post via The Washington Post via Getty Im)

La giornalista Sally Buzbee dell’Associated Press è stata nominata direttore esecutivo del Washington Post. A partire dal mese prossimo diventerà la prima donna a guidare la redazione del giornale, il più antico della città, con ben 144 anni di storia.

La giornalista prenderà le redini dell’editore Marty Baron, 66 anni, direttore esecutivo del giornale da gennaio 2013 fino a quando ha annunciato il suo pensionamento a febbraio 2021.

La nomina di Buzbee è arrivata dopo una ricerca durata 10 settimane ed è stata annunciata ieri dall’editore del giornale Fred Ryan. “Abbiamo cercato qualcuno immerso nel giornalismo coraggioso, che è il segno distintivo di The Post, e che possa estendere la portata del nostro giornale al pubblico dei notiziari negli Stati Uniti e all’estero” ha spiegato Ryan. L’editore ha poi sottolineato come la sua intenzione fosse quella di cercare “un leader audace” in grado di gestire una redazione “dinamica e con uffici in tutto il mondo”.

Chi è Sally Buzbee - Ed in effetti, Sally Buzbee, un po’ di esperienza giornalistica nel mondo ce l’ha. 55 anni, nata a Olathe, Kansas. Dopo la laurea presso l’Università del Kansas nel 1988, ha iniziato la sua carriera giornalista entrando a far parte di Associated Press come reporter a Topeka. AP, che ha sede a New York, è la prima agenzia di stampa internazionale, con circa 2.800 giornalisti. Buzbee in seguito è diventata corrispondente a San Diego e nel 1995 è entrata a far parte dell’ufficio di Washington. Nel 2004 è diventata redattrice di AP per il Medio Oriente, a Il Cairo. Da lì ha guidato la copertura della guerra in Iraq, del conflitto tra Israele e Hezbollah, della crisi del Darfur e del terrorismo in Arabia Saudita e Yemen.

All’inizio del 2010 è stata promoss...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.