Salone di Ginevra 2020, Czinger 21C debutta con 1.233 CV

redazione@motor1.com (Alberto Pellegrinetti)
Czinger 21C

Il V8 bi-turbo lavora con due motori elettrici per una potenza complessiva da capogiro

Dopo una continua e promettente campagna pubblicitaria, la società californiana Czinger Vehicles Inc scrive il suo nome nella lista dei costruttori di hypercar con la presentazione della 21C al Salone di Ginevra.

Si tratta di una super sportiva a due posti secchi in tandem come la Yamaha OXX99-11 concept  e mira a rubare la scena a altre rivali grazie a dei numeri impressionanti per quanto riguarda le performance e una versione da pista e una per la strada.

Numeri da capogiro

Cosa ha in comune la 21C con la Ferrari 288 GTO e la Corvette C8.R? Ha la stessa cilindrata del motore da 2,88 litri della prima e la configurazione del V8 a albero piatto della seconda. Il propulsore è posizionato centralmente e raggiunge un regime di rotazione di 11.000 giri/min. La potenza è gestita da un cambio sequenziale a sette velocità.

Il motore termico collabora con due motopropulsori elettrici all'anteriore, per raggiungere una potenza combinata di 1.233 CV e un layout a trazione integrale. Quei motori elettrici si alimentano con batterie al titanato di litio, che consento una ricarica molto più veloce rispetto alle batterie agli ioni-litio.

Non si tratta della prima applicazione in campo automobilistico, dato che  queste batterie sono già state usate per auto come la Mitsubishi i-MiEV e la Honda Jazz EV.

Le concorrenti

Quanto corre

Grazie all'esteso utilizzo di fibra di carbonio e altri materiali iper leggeri, la Czinger 21C ferma l'ago della bilancia a 1,250 kg. La potenza elevata e il peso ridotto garantisce delle prestazioni assurde, come lo 0-100 bruciato in soli 1.9 secondi e i 400 m vengono archiviati in 8.1 secondi. Non solo, a sbalordire è anche lo 0-300, per cui si impiegano solo 15 secondi, per proseguire fino ai 432 km/h.

Quanto ci vuole per lo 0-400? Circa 29 secondi. Sulla carta, quindi, è anche più veloce della Koenigsegg Agera RS, che impiega 31,49 secondi.

Anche più estrema

La versione da corsa precedentemente menzionata è anche più leggera, con 1,218 kg, ma l'aerodinamica rivista con l'enorme ala fissa al posteriore, pensata per aumentare la deportanza in pista, genera una resistenza all'avanzamento tale da ridurre la velocità massima a "soli" 380 km/h.

Per capire meglio di cosa sia capace basta considerare che la versione stradale è capace di generare 250 kg a 250 km/h, mentre qui, alla stessa velocità siamo a 790 kg. Czinger avrà sul suo stand entrambe le versioni della 21C e per adesso la Casa conta di produrre 80 vetture.

Vai allo speciale