**Salone Libro: Torino, accolto ricorso procura, Fassino e Parigi rinviati a giudizio**

·1 minuto per la lettura

La Corte d’Appello di Torino ha ribaltato la decisione del gup che, nell'ottobre del 2020, aveva prosciolto l'ex sindaco di Torino, Piero Fassino, l'ex assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi e di altre 4 persone dall'accusa di turbativa d'asta in relazione al contratto firmato con Gl Events, la società che gestisce il Lingotto, per l'organizzazione dell'edizione 2015 del Salone del Libro. Sulla decisione del gup la procura aveva presentato ricorso e oggi la Corte d’appello ha rinviato a giudizio i sei.Il processo e’ stato fissato per il prossimo 27 gennaio.

"Affronteremo il processo e in quella sede dimostreremo la piena e totale innocenza della mia assistita",ha commentato Luigi Chiappero, legale dell'ex assessore Parigi mentre Francesca Violante e Nicola Gianaria, avvocati di Fassino hanno sottolineato: "prendiamo atto della decisione della Corte di Appello ribadiamo che l’onorevole Fassino ha sempre operato nella piena correttezza e nel rispetto della legge affidandosi ai pareri tecnici dei consulenti nominati dalla Fondazione. Siamo convinti che il dibattimento lo dimostrerà."

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli