Salone Mobile: albergatori Milano, 'bene Sala, rinvio sarebbe segnale sfiducia'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 23 apr. (Adnkronos) – L'associazione degli albergatori di Milano sostiene l'appello del sindaco Giuseppe Sala, che ha chiesto agli operatori del settore del design uno sforzo per fare il Salone del Mobile. "Milano senza il Salone del Mobile sarebbe come New York senza la Maratona", sottolinea l'Atr Milano, l’associazione degli albergatori milanesi in seno a Confesercenti. Gli albergatori milanesi da tempo vedono nelle date della fiera la ripartenza del turismo business in città e temono che un ulteriore rinvio. "Farebbe perdere irrimediabilmente credibilità a Milano come sede di eventi internazionali. Possiamo comprendere le motivazioni degli imprenditori del mobile e del design, sono anche loro vittime di questa pandemia", sottolinea Rocco Salamone, presidente degli albergatori di Atr-Confesercenti

"Fare o non fare la manifestazione non può essere una decisione unilaterale di chi organizza, perché fa parte di un circuito virtuoso" e se "non riusciremo a fare la nostra manifestazione principale daremo un segnale di sfiducia a tutto il sistema delle fiere e dei congressi e del Made in Italy. Se siamo d’accordo nel ritenere il Salone strategico allora serve anche un sostegno pubblico e non solo gli appelli: potremmo ad esempio destinare al Salone parte del ristoro ricevuto dal comune di Milano per la tassa di soggiorno”, aggiunge.