Salute, Aaroi_Emac: no medici non specialisti nei pronto soccorso -3-

Cro/Mpd

Roma, 16 set. (askanews) - "Dato che ad oggi le discipline specialistiche "equipollenti" ed "affini" che consentono l'accesso alla "Medicina e Chirurgia d'Accettazione e d'Urgenza" sono ancora numerosissime - scrivono ancora i medici - proprio tale numerosità consentirebbe di poter destinare ai Pronto Soccorso non solo i MIF degli ultimi due anni in "Medicina d'Emergenza-Urgenza", ma anche, almeno in parte, i MIF degli ultimi due anni in tutte le suddette discipline, che certamente non tutte hanno le medesime carenze dei Pronto Soccorso. Deve esser comunque chiaro a tutti che ci facciamo fautori di questa soluzione senza alcun entusiasmo, dato che per noi affidare la gestione dei Pazienti a Colleghi senza l'avvenuta specializzazione resta comunque una modalità emergenziale di affrontare un problema che avrebbe meritato minor miopia.

Valuteremo anche, a breve, - conclude l'AAROI-EMAC - nostre significative azioni di protesta nel caso in cui non venga urgentemente interrotta la deriva della medicina specialistica ospedaliera, soprattutto quella pubblica, verso la "Medicina di Famiglia", o peggio ancora verso un caporalato più o meno mascherato sotto le mentite spoglie di una "libera professione" che di libero ha solo arbitrarie e quindi inaccettabili modalità di reclutamento del personale".