Salute, al via nelle Marche la campagna antinfluenzale

red/rus

Roma, 25 ott. (askanews) - Parte la campagna di informazione sull'influenza i cui contenuti sono riassunti in un unico termine, che è al contempo un messaggio forte e chiaro: "#proteggi".

E' in questo "hashtag" che la Regione e l'Asur vogliono racchiudere il senso della campagna annuale: la vaccinazione antinfluenzale è un'opportunità di prevenzione attraverso cui si protegge se stessi ma anche i propri cari e coloro che ci circondano.

E' in corso la capillare distribuzione dei vaccini antinfluenzali: saranno distribuite 300.000 dosi di vaccino in tutto il territorio regionale, oltre 30.000 dosi in più rispetto a quelle utilizzate nella scorsa stagione. A partire da venerdì 8 novembre, e fino al prossimo 31 dicembre, i vaccini saranno gratuitamente disponibili in tutta la regione, presso gli ambulatori dei Medici di Medicina Generale e i Servizi vaccinali dell'Asur. Saranno le singole Aree Vaste dell'ASUR, nei prossimi giorni, a rendere noti nel dettaglio i tempi di avvio della campagna in ogni provincia delle Marche. L' inverno scorso sono state oltre 245.000 le persone colpite da influenza o da una forma simil-influenzale nelle Marche. La fascia di età maggiormente colpita è stata quella infantile (0-4 anni). Oltre 50 sono stati i casi complicati che hanno richiesto ospedalizzazione, nella maggior parte si è trattato di anziani, e per 40 di questi è stata necessaria l'assistenza in terapia intensiva per l'estrema gravità dei sintomi. Fra i casi più gravi si sono registrati 10 decessi. Circa l'85% dei soggetti non vaccinati, affetti da forme complicate di influenza, risultava eleggibile alla vaccinazione antinfluenzale, per l'età maggiore o uguale 65 anni e/o per la diagnosi di patologie ad alto rischio. Tra novembre e dicembre 2018 sono state vaccinate per l'influenza 193.862 persone di età superiore ai 65 anni, con una copertura vaccinale regionale del 52,2%. Il dato è in miglioramento rispetto alla stagione precedente (50,0%) ma ancora lontano dagli obiettivi di copertura vaccinale previsti dal ministero (pari al 75%). I dati della scorsa stagione influenzale evidenziano l'importanza della vaccinazione che rappresenta il principale strumento di prevenzione dell'influenza.(Segue)