Salute, Bambino Gesù: nasce registro europeo fegato grasso bambini -2-

red/Rus

Roma, 16 apr. (askanews) - Il coordinamento della neonata rete è stato affidato al Bambino Gesù sia per la sua casistica sul fegato grasso, sia per la capacità di produzione scientifica. L'Ospedale della Sante Sede segue infatti circa 1.500 bambini l'anno di cui 550 sottoposti a biopsia negli ultimi 10 anni e ha pubblicato, spesso coordinandoli, numerosi studi internazionali.

Nel registro confluiranno tutti i dati, sia istologici che di laboratorio, provenienti dai principali Ospedali dei Paesi coinvolti: Germania, Polonia, Inghilterra, Svezia, Spagna e Francia. Il database che ne verrà fuori consentirà la realizzazione di trial più mirati e con coorti più estese. Dati che saranno molto importanti anche per la stesura di nuove pubblicazioni scientifiche. Il progetto sarà finanziato dalla EASL stessa con un grant di 70.000 euro l'anno per due anni.

"Siamo grati per l'incarico ricevuto che riconosce la leadership del Bambino Gesù in questa patologia, la NASH, affidandogli il coordinamento europeo della nuova rete - aggiunge Nobili - Viene così colmato un gap che ancora separava l'Europa rispetto ai colleghi americani, già in possesso di un registro di questo genere".