Salute, Carlo Signorelli nominato nuovo presidente di Aspher

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 ott. (askanews) - Il preofessor Carlo Signorelli, presidente della Società italiana d'igiene (SItI) dal 2014 al 2016, è stato nominato presidente dell'Association of the schools of public health in the european region (Aspher). La presidenza di Aspher torna così a un membro italiano dopo 26 anni, quando fu nominato Franco Cavallo, professore di Igiene e Statistica dell'Università di Torino.

La nomina è avvenuta in occasione del "Deans' & Directors' Retreat", tenutosi dal 14 al 16 ottobre scorsi presso la Facoltà di Sanità Pubblica dell'Università di Sofia, in Bulgaria. Signorelli, che è anche ordinario di Igiene e Sanità pubblica all'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, subentra all'anglosassone John Middleton. "Sono onorato dell'incarico - ha dichiarato Signorelli - e mi impegnerò anche per una maggior visibilità delle piccole scuole, come quelle italiane, e la valorizzazione delle migliori pratiche, con particolare riguardo ai giovani professionisti che vogliamo sempre più coinvolgere".

Durante il "Deans' & Directors' Retreat" si sono evidenziate le priorità per il prossimo biennio, tra cui la revisione delle "Core competences" per il professionista di Sanità pubblica, ossia i contenuti formativi che devono essere erogati agli specialisti di Sanità Pubblica, da rivedere dopo la pandemia da Covid_19 e i nuovi indirizzi mondiali come i concetti di "global health", "one-health" e di "health in all policies".

Aspher è la più antica associazione scientifica europea (è stata fondata nel 1966) e raccoglie tra i suoi membri circa 150 Scuole o Istituti che erogano corsi di Sanità Pubblica a diversi livelli. Tra queste, le 38 Scuole di Igiene e Medicina Preventiva italiane, aggregate tramite la SiTi. Aspher sarà co-organizzatore, assieme a Wfpha (World federation of public health associations) e SItI del prossimo congresso mondiale di Sanità Pubblica in programma a Roma nel maggio del 2023.