Salute, Fondazione Salmoiraghi e Viganò per benessere visivo bimbi

red/Gci

Roma, 13 nov. (askanews) - È necessario prendersi cura dello stato visivo dei propri figli sin dai loro primi giorni di vita. Per questo è fondamentale rivolgersi al più presto al medico oculista e al pediatra per tutelare il loro benessere visivo. La Fondazione Salmoiraghi e Viganò, di recentissima costituzione, da subito comunica il suo impegno al fianco di queste figure professionali e dei genitori per promuovere un'adeguata e efficace cultura della prevenzione e della salute visiva.

In occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il 20 novembre, a partire dalle ore 11.00, presso il Museo nazionale delle arti del XXI secolo (MAXXI) di Roma, la Fondazione Salmoiraghi e Viganò, con il patrocinio dell'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità - IAPB Italia onlus, promuove l'iniziativa Incontriamo l'Oculista Una tavola rotonda che vedrà confrontarsi alcuni autorevoli protagonisti sui temi della prevenzione e dell' oftalmologia pediatrica: il Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione dottor Luigi Mele (medico chirurgo oculista presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria della Campania Luigi Vanvitelli) insieme agli altri suoi componenti. L'incontro è parte di un più ampio programma integrato di seminari, pubblicazioni, supporti, iniziative di aggiornamento professionale, screening e incontri multimediali sul territorio tra professionisti e comunità civile, tutti finalizzati ad aiutare i bambini e, più in generale, la comunità tutta, a godere di una buona salute oculare e a vedere bene.

Una recente campagna di prevenzione dell'ambliopia realizzata tra il 2017 e il 2018 ha evidenziato, su circa 76.780 bambini screenati, una percentuale di positività all'ambliopia, ossia di bambini che sono stati rinviati ad una visita oculistica approfondita, dell'8,7%, di cui al Nord Italia una percentuale del 6,34%, del 7,35% al Centro e al Sud del 9,75%.