Salute, influenza: una buona alimentazione aiuta a combatterla -2-

Red/Nav

Roma, 21 gen. (askanews) - Non è solo il consumo di verdura ad essere insufficiente. La ricerca dell'Osservatorio rileva che la quantità di frutta consumata per una corretta alimentazione protettiva è assolutamente scarsa. Di frutta, soprattutto quella di stagione, i ragazzi mediamente ne consumano 63 g, cioè meno di un'arancia al giorno, e non superano i 200 g totali quotidiani, a dispetto dei 450 g consigliati dalla SINU (in media 3 porzioni). Gli adulti, invece, arrivano a 290 g di frutta al giorno.

Seguire una dieta specifica è ancor più importante se i sintomi influenzali coinvolgono il tratto gastroenterico, come sottolinea la Dott.ssa Michela Barichella, medico specializzato in Scienza dell'Alimentazione del Comitato Scientifico dell'Osservatorio Nutrizionale Grana Padano e responsabile UOS Nutrizione Clinica ASST G.PINI-CTO di Milano: "I sintomi dell'influenza causano disidratazione e malnutrizione. L'alimentazione è fondamentale, poiché migliora le difese immunitarie soprattutto grazie alle vitamine e agli antiossidanti contenuti in frutta e verdura e ai fermenti lattici vivi che si trovano in latte fermentato e yogurt". (Segue)