Salute: Italia prima in Europa per casi epatite C, 1.000 l'anno

Roma, 17 apr. (Adnkronos Salute) - Sono circa 180 milioni le persone con epatite C cronica nel mondo, più del 3% della popolazione globale. E l'Italia ha un triste primato. E' al primo posto, infatti, in Europa per numero di persone positive al virus, con 1.000 nuovi casi e 10.000 decessi ogni anno, che salgono a 20.000, due ogni ora, se si considerano anche le morti causate da epatite B, alcol e stomatopatie. I dati sono stati ricordati oggi durante un incontro sulle malattie del fegato a Palo Laziale (Roma).

Secondo Antonio Gasbarrini, professore ordinario di Gastroenterologia all'università Cattolica di Roma, direttore dell'unità operativa complessa di Medicina interna e gastroenterologia del Policlinico Gemelli e presidente della Fondazione italiana ricerca in epatologia (Fire), "in Italia circa il 3% della popolazione è entrato in contatto con l'Hcv, 330.000 hanno sviluppato una cirrosi epatica: ciò vuol dire che nel nostro Paese il numero di soggetti con infezione da virus dell'epatite C cronicamente viremici supera il milione e mezzo".

A livello regionale il Sud è il più colpito: in Campania, Puglia e Calabria, per esempio, nella popolazione ultrasettantenne la prevalenza dell'Hcv supera il 20%.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno