Salute, l'identikit dell'aggressività per combattere tumore prostata

Cro-Mpd

Roma, 20 mar. (askanews) - Si chiama PRECE (PRedicting Extra Capsula Extension of Prostate Cancer) il nomogramma predittivo dell'estensione del tumore della prostata presentato al congresso dell'European Association of Urology di Barcellona. Messo a punto da Bernardo Rocco, direttore dell'urologia di Baggiovara (Modena), in collaborazione con il Centro di Celebration in Florida, indica al chirurgo come procedere, mentre l'avveniristica microscopia confocale che fornisce l'analisi istologica del tessuto asportato, in un minuto contro i 30 del classico esame, permette di avere sempre sotto controllo l'intervento e la sua efficacia mano a mano che procede l'asportazione del tessuto aggredito dal tumore. I primi risultati del suo utilizzo sono stati pubblicati sul prestigioso British Journal of Urology International. Prece prevede con precisione se il tumore è confinato alla ghiandola prostatica e potrà essere asportato preservando i nervi erettili o se invece la neoplasia è più avanzata e richiederà una più ampia resezione.

Dal congresso di Barcellona, che riunisce oltre 10.000 delegati tra i massimi esperti dell'urologia provenienti da più di 100 paesi, nuove speranze per milioni di persone che in tutto il mondo sono affette da tumore della prostata. Secondo recenti stime in Italia nel 2018 si sono registrati 35mila nuovi casi della neoplasia più frequente tra gli uomini, rappresentando oltre il 20% di tutti i tumori negli over 50. Nuove realtà di chirurgia robotica che si avvale ora di PRECE e della nuova microscopia confocale che ne potenziano l'efficacia, la radicalità dell'intervento e l' immediata verifica del risultato ottenuto. Si tratta di due "strumenti" che vedono protagonista Bernardo Rocco, professore ordinario di Urologia a Unimore (università di Modena e Reggio Emilia) e direttore della Struttura Complessa di Urologia di Baggiovara (Modena), tra i centri di eccellenza italiani per la cura del tumore prostatico. Prece, messo a punto proprio dal professor Rocco in collaborazione con il maggior centro di prostatectomia robotica, quello di Celebration in Florida, è un sistema predittivo basato su un nomogramma sviluppato su basi statistiche per ogni paziente che indica lo stato di aggressività locale del tumore .

(Segue)