Salute, lotta a cecità: in Abruzzo visite gratuite -3-

Cro-Mpd

Pescara, 18 ott. (askanews) - "Riduciamo le liste d'attesa e avviamo un progetto di multidisciplinarità che permetterà di efficientare, risparmiare risorse economiche e portare risultati costantemente controllabili. Anche gli eventi in piazza, come quello che ci saranno, danno un importante contributo alla ricerca sulle malattie di retina e nervo ottico. Dobbiamo far sì che l'Abruzzo sia sempre tra le prime regioni ad esprimersi a livello nazionale e mi auguro anche internazionale in materia di sanità", ha detto l'assessore alla Salute della Regione Abruzzo, Nicoletta Verì.

"I poli di eccellenza in Abruzzo ci sono - ha ricordato Verì- ma vogliamo costruirne tanti altri. Per farlo bisogna lavorare in sinergia con altre branche, come accade in questo caso tra diabetologia e oculistica, con il supporto di professionisti e con l'innovazione tecnologica, uno dei nostri obiettivi principali".

"La prevenzione è importante in termini di conoscenza della patologie ed è cresciuta molto soprattutto dopo che la nostra Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità (IAPB) ha messo in campo una serie di attività ed iniziative a seguito dell'approvazione della legge 284 del 1997. Siamo presenti in diverse province con le nostre unità mobili oftalmiche che sono una ventina in tutta Italia. Facciamo prevenzione con il nostro sito, con la nostra linea verde, con iniziative nelle scuole e, ora, lo facciamo anche con il progetto per la diagnosi precoce delle patologie ottico retiniche che portiamo in Abruzzo", ha commentato il vicepresidente IAPB Michele Corcio. "I dati verranno trasmessi ad un reading center per un'analisi e individuare tempestivamente di patologie oculari", ha spiegato Corcio, che ha aggiunto: "Il Parlamento italiano ha scritto pagine di alta civiltà a cominciare dalla legge 284 che ha riconosciuto l'attività di prevenzione della nostra Agenzia e avviato la riabilitazione visiva degli ipovedenti. Con la finanziaria 2019 ne ha scritta un'altra finanziando questo progetto triennale che toccherà tutte le regioni italiane".