Salute mentale, confronto esperti su prospettive future nel Lazio

·4 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 nov. (askanews) - Avviare un dialogo concreto tra esperti e stakeholders del sistema nazionale e regionale, per fare il punto sulle terapie farmacologiche innovative e sui progressi della medicina personalizzata in ambito psichiatrico. È la mission dell'incontro "Salute mentale in Regione Lazio - Team multidisciplinare e prospettive future", in programma giovedì 4 novembre a Roma, presso il complesso monumentale Santo Spirito in Sassia (Sala Alessandrina), che vedrà confrontarsi medici, politici e dirigenti sanitari, con un focus mirato sulle attività implementate nella Regione Lazio. All'evento, patrocinato da SIFO (Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Farmaceutiche) e con il contributo non condizionante di Otsuka e Lundbeck, sono stati invitati, tra gli altri, l'ex ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e l'Assessore alla Sanità e all'Integrazione Socio-Sanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

Background. "Non c'è salute senza salute mentale, ha affermato l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Il disagio mentale, infatti, rappresenta una questione centrale per i sistemi socio-sanitari mondiali in quanto una persona su quattro è affetta da disturbi mentali. A partire dalla legge Basaglia (1978) si sono susseguiti molti provvedimenti normativi e strumenti programmatici concernenti la presa in carico del paziente; tuttavia, la salute mentale è stata considerata spesso marginalmente rispetto ad altre aree ed alcuni interventi di "razionalizzazione" delle risorse sanitarie hanno reso insufficiente la dotazione di personale qualificato e hanno comportato restrizioni circa l'orario di apertura dei Centri per la salute mentale (Csm).

Da queste considerazioni il dialogo parlamentare ha portato all'approvazione all'unanimità, il 16 giugno 2021, della Mozione sulla salute mentale a prima firma di Beatrice Lorenzin. Data la rilevanza di queste patologie e degli scenari terapeutici nell'ambito della salute mentale, anche la Regione Lazio ha istituito un Ufficio preposto e le malattie correlate sono state inserite all'interno di un modello partecipativo attivo, di cui le associazioni dei pazienti sono parte integrante.

Il programma. Saranno i saluti introduttivi del dott. Marcello Pani (Direttore U.O.C Farmacia, Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS) e del dott. Angelo Tanese (Direttore Generale ASL Roma 1) ad avviare i lavori dell'incontro (ore 14.15), prima dell'intervento del dott. Claudio Pisanelli (Dirigente U.O.C Farmacia Ospedaliera e Logistica del Farmaco, Asl Roma 1), chiamato a definire gli obiettivi dell'evento. A seguire, a prendere la parola saranno Rodolfo Lena (Presidente VII Commissione - Sanità, politiche sociali, integrazione sociosanitaria, welfare Consiglio Regionale del Lazio) e il dott. Giuseppe Quintavalle (Direttore Generale Fondazione Policlinico Tor Vergata).

Ad affrontare il tema La salute mentale ed il punto di vista delle istituzioni sarà l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, mentre toccherà alla deputata Beatrice Lorenzin focalizzare l'attenzione sul dialogo parlamentare sulla salute mentale.

A trattare l'argomento relativamente all'Italia, dopo la pandemia da Covid-19, sarà il prof. Massimo Di Giannantonio (Direttore Dipartimento Salute Mentale Università di Chieti). A seguire, L'approccio della Regione Lazio con la dott.ssa Carola Magni (Responsabile salute mentale, dipendenze e minori - Direzione Regionale Salute e Integrazione Sociosanitaria), La Sanità partecipata con la dott.ssa Teresa Petrangolini (Direttore Patient Advocacy Lab - ALTEMS), L'esperienza dell'Associazione 'Progetto Itaca' con il dott. Guido Alberto Valentini, direttore del progetto.

Alle 16.25, focus su Innovazione farmacologica in schizofrenia e depressione: la terapia dimensionale con il dott. Giuseppe Ducci (Direttore Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 1), poi Percorsi di cura in depressione e schizofrenia ed evidenze scientifiche con il dott. Giuseppe Nicolò (Direttore Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 5), Il paradigma bio-psico-sociale con il dott. Massimo Cozza (Direttore Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma 2), Il burden economico delle patologie mentali: la prospettiva multidimensionale con il prof. Francesco Saverio Mennini (Direttore EEHTHA del CEIS Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata).

Prima delle conclusioni finali, affidate al dott. Claudio Pisanelli (Dirigente U.O.C Farmacia Ospedaliera e Logistica del Farmaco Asl Roma 1), si svolgerà la tavola rotonda, moderata da Livia Parisi, su Stato attuale e prospettive future per l'accesso alle nuove terapie per il trattamento del paziente affetto da disturbi mentali. Parteciperanno: la dott.ssa Roberta Di Turi (Direttore Dipartimento dei Servizi ASL Roma 3), il dott. Fulvio Ferrante (Direttore Dipartimento Diagnostica e Assistenza Farmaceutica ASL Frosinone), il dott. Giampiero Forte (Direttore U.O.C. Farmacia Ospedaliera ASL Roma 5), la dott.ssa Lorella Lombardozzi (Dirigente Area Politica del Farmaco Regione Lazio), la dott.ssa Alessandra Mecozzi (Direttore U.O.C. Farmacia Ospedaliera e verifica Appropriatezza Prescrittiva ASL Roma 2), la dott.ssa Roberta Pavan (Direttore Area del Farmaco ASL Roma 1) e il dott. Gerardo Miceli Sopo (Direttore Dipartimento dei Servizi ASL Roma 2).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli