Salute, noduli della tiroide: donne colpite 5 volte più degli uomini

Cro-Mpd

Roma, 3 ott. (askanews) -"Colpiscono tra il 30 e il 40% degli adulti, ma solo nel 5% dei casi si tratta di noduli maligni. Le più colpite sono le donne: parliamo di un rapporto di circa 5 a 1 rispetto agli uomini". Sono questi i numeri che Rinaldo Guglielmi, Direttore della Struttura Complessa Endocrinologia e Malattie del Metabolismo dell'Ospedale Regina Apostolorum, fornisce in merito al problema dei noduli della tiroide. Si tratta di una patologia molto diffusa in Italia e che ogni anno è causa di oltre 40mila interventi chirurgici.

"La maggior parte di questi - continua Guglielmi - potrebbe essere evitata. Possiamo dire che, ad oggi, assistiamo ad un eccesso di interventismo chirurgico, che a volte può risultare addirittura dannoso se non effettuato in centri ad alto flusso, ovvero specializzati nella diagnosi e nel conseguente trattamento". "Nel caso di diagnosi di nodulo alla tiroide - spiega invece Enrico Papini, Coordinatore Scientifico di AME (Associazione Medici Endocrinologi) -, è importante non allarmarsi: in circa il 95% dei casi è benigno. Percentuale che scende al 75% se consideriamo il numero di operazioni chirurgiche per patologia benigna. Esistono poi caratteri ecografici che ci aiutano a capire molto presto quando il nodulo può non essere benigno, e che dunque servono approfondimenti".(Segue)