Salute per giornata nazionale su Sla raccolti 150mila euro

Cro-Mpd

Roma, 18 set. (askanews) - La Giornata Nazionale sulla SLA, promossa da AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, domenica 15 settembre in 150 piazze italiane con 300 volontari e 15.000 bottiglie di vino Barbera d'Asti DOCG, ha consentito di raccogliere 150.000 euro che AISLA, attraverso l'Operazione Sollievo, utilizzerà per sostenere le persone con SLA con aiuti gratuiti e concreti per l'assistenza domiciliare come contributi per poter contare sulla collaborazione di una badante o su strumenti utili alla vita di tutti i giorni (comunicatori, sollevatori, o altro). L'evento nelle piazze - ricorda una nota - è stato possibile grazie al sostegno di Regione Piemonte, del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato, della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, e dell'Unione Industriale della Provincia di Asti e di Visit Piemonte, la società in house della Regione Piemonte per la valorizzazione turistica e agroalimentare del territorio, partecipata anche da Unioncamere.

Nella notte tra sabato 14 e domenica 15 settembre sono stati più di 80 in tutta Italia i monumenti illuminati verde, il colore di AISLA, grazie al patrocinio di ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani. Il 14 settembre in occasione dell'accensione della Fontana del Tritone, in piazza Barberini a Roma, il ministro della Salute Roberto Speranza ha voluto portare il suo saluto a una delegazione di AISLA composta da volontari, medici, ricercatori e persone con SLA. Le persone che hanno assistito all'accensione dei monumenti e li hanno fotografati possono partecipare fino al 4 ottobre al concorso fotografico di AISLA. Per tutte le informazioni.http://www.aisla.it/gn19/coloriamo-litalia-di-verde/

Per il secondo anno consecutivo, la Fondazione Mediolanum Onlus ha donato ad AISLA 100.000 euro per sostenere"Baobab", il progetto dell'associazione, già avviato nel 2018 e dedicato ai figli piccoli e adolescenti di persone con SLA, finalizzato a indagare l'impatto psicologico della malattia sui minori e ad aiutarli con percorsi di psicoterapia.

(Segue)