Salute, progetto Silver: raccontami come invecchi, saprò come... -2-

Cro-Mpd

Milano, 26 nov. (askanews) - "La creatività narrativa - sostiene il sociologo Antonio Censi - può diventare una risorsa insostituibile per fronteggiare e padroneggiare la difficile esperienza del declino fisico. Le narrazioni dell'invecchiamento corporeo possono declinarsi secondo tonalità sentimentali diversificate e, a volte, contrapposte".

Il Progetto Silver prevede che il paziente venga inserito in uno dei due percorsi di cura contrassegnati dai colori verde, se non si evidenziano particolari problematiche, arancio se si rilevano patologie sistemiche, come ad esempio il diabete, per monitorarne l'evoluzione. Elemento fondante del Progetto Silver è infatti l'approccio interdisciplinare alla cura: l'attività clinica relativa alla terapia dentale viene affiancata da quella svolta da un team di medici specialisti come lo gnatologo, il patologo orale, il nutrizionista.

La bocca, in una visione interdisciplinare della odontoiatria, fa da "sentinella" della salute, intercettando quelle forme patologiche o disfunzionali che si possono manifestare con l'avanzare dell'età. L'inarrestabile processo d'invecchiamento interessa infatti tutte le strutture dell'organismo, facilitando la comparsa di forme patologiche o disfunzionali, in grado di condizionare nel soggetto anziano la vita sociale e famigliare: dalle forme di dolore persistente e cronico, ad alcune forme di disturbi oto-vestibolari quali la vertigine e l'instabilità statica e dinamica (dizziness), dagli acufeni, ai disturbi del sonno (bruxismo) e a quelli respiratori nel sonno (le apnee notturne).

Il Progetto Silver è aperto verso il mondo esterno, nell'ottica di una medicina che dovrà essere sempre più integrata e multidisciplinare. Vengono organizzati periodicamente incontri con medici e geriatri per presentare i casi-studio dei pazienti, in cui si evidenzia la forte correlazione delle malattie sistemiche, proprie dell'età, con i problemi del cavo orale, instaurando un clima imperniato sulla collaborazione e sulla condivisione di esperienze e metodologie. Il prossimo incontro che si terrà a novembre verterà sul tema "Diabete e malattie del cavo orale: una stretta relazione" e si inserisce nel quadro delle iniziative organizzate in occasione della Giornata Mondiale del Diabete.