Salute: ricerca, progetto per scuole 'Igiene insieme' migliora buone pratiche

·1 minuto per la lettura
Salute: ricerca, progetto per scuole 'Igiene insieme' migliora buone pratiche
Salute: ricerca, progetto per scuole 'Igiene insieme' migliora buone pratiche

Milano, 10 feb. (Adnkronos Salute) – Secondo il 70,3% dei docenti coinvolti nel progetto 'Igiene insieme' di Napisan, a 5 mesi dall'inizio dell'anno scolastico i bambini hanno avuto significativi miglioramenti nei comportamenti spontanei circa l'attenzione all'igiene e alla prevenzione. Lo rivela una ricerca di Napisan, in collaborazione con La Fabbrica, condotta su mille docenti di scuole dell'infanzia e primarie, in occasione della ripartenza del progetto di formazione alle buone pratiche di igiene dedicato ai più piccoli.

Tra i comportamenti migliorati ci sono la disinfezione delle mani per l'88% degli intervistati, il lavaggio delle mani (67%), la disinfezione dei banchi (44%). Più contenuto è il miglioramento legato al mantenimento della distanza (37%) o all'attenzione a tavola (20%). Unanime infine l'interesse da parte delle famiglie che, secondo i docenti coinvolti, si sono espresse favorevolmente nel 95% dei casi, ringraziando gli insegnanti di aver portato, quando più ce n'era bisogno e quando l'aiuto delle istituzioni ancora latitava, kit per l'igiene e materiali informativi, con i bambini che hanno così potuto acquisire nuova consapevolezza sul tema e mettere in pratica quanto imparato anche a casa (nel 76,8% dei casi secondo i genitori).

"Lo scopo di ogni percorso di educazione – ha sottolineato Enrico Marchelli, amministratore delegato di RB Hygiene Italia – è misurare i miglioramenti nei comportamenti, e questa ricerca ci dice che abbiamo centrato l'obiettivo; quindi, con queste basi, non potevamo che continuate su questa strada intrapresa".