Salute, Snami: prescrizione farmaci secondo scienza e coscienza

Rus

Roma, 31 lug. (askanews) - "La prescrizione dei farmaci va effettuata secondo scienza e coscienza". Lo ha spiegato chiaramente, in Commissione Sanità al Senato, Gennaro Caiffa, vice segretario organizzativo nazionale dello Snami. "Serve l'istituzione di un tavolo di confronto urgente", spiega Caiffa, rivolgendosi ai vertici dell'Agenzia Italiana del farmaco. Alla riunione hanno preso parte altre sigle sindacali, i rappresentanti delle società scientifiche e i massimi vertici di Federanziani. La convocazione è arrivata sulla scorta dei dati OsMed pubblicati da Aifa, che hanno preoccupato Federanziani. "Se oggi in Italia, nell'ultimo decennio, è raddoppiato il numero degli ultracentenari, con 221 ultra centocinque centenari e 21 ultra centodieci centenari - spiega ancora Caiffa - è anche grazie alla prescrizione di farmaci, accompagnata negli ultimi trenta-quaranta anni da terapie appropriate". All'audizione in commissione, il vice segretario organizzativo nazionale di Snami ha anche spiegato che il medico di medicina generale non può essere il "bancomat della sanità, dato che spesso le prescrizioni sono indotte da altri medici".