Salute, Stocchi: attività fisica centrale in prevenzione malattie

Cro/Mpd

Roma, 16 set. (askanews) - Un concetto semplice ma spesso trascurato. Il ruolo positivo dell'esercizio fisico nella prevenzione delle malattie e nel miglioramento della qualità della vita è, invece, un dato acquisito in ambito scientifico. Ne parla Vilberto Stocchi, uno dei maggiori esperti nell'ambito delle discipline in Scienze Motorie, rettore dell'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo già presidente della Conferenza Nazionale dei Presidi di Facoltà di Scienze Motorie . Il professor Stocchi terrà mercoledì, 18 settembre, un seminario organizzato dall'Università Telematica San Raffaele Roma in collaborazione con l'IRCCS San Raffaele Pisana, moderato dal rettore dell'ateneo romano Enrico Garaci.

"Oggi disponiamo di solide evidenze scientifiche che dimostrano l'efficacia dell'attività fisico nella prevenzione delle malattie croniche come l'obesità, la sindrome metabolica, il diabete di tipo 2.

L'esercizio fisico aerobico - spiega - previene in modo significativo le malattie cardiovascolari, polmonari, i tumori, le malattie neurologiche, quelle muscolo-scheletriche. Inoltre, traggono beneficio dall'esercizio fisico le problematiche gastro-intestinali, le alterazioni del sistema immunitario e la sarcopenia. La cellula del muscolo scheletrico, se stimolata, modifica la propria struttura e funzione attivando l'espressione di un numero significativo di geni. Questo comporta un aumento dei mitocondri e del DNA mitocondriale, la riduzione della produzione dei radicali dell'ossigeno ed altre importanti modificazioni metaboliche. Inoltre, le proteine prodotte dal muscolo in attività vengono riversate nel sangue e sono in grado di stimolare l'attività di diversi tipi di cellule, contrastando l'infiammazione cronica sistemica e altri importanti benefici per la salute della persona". (Segue)