Salute, uso consapevole degli antibiotici: Piemonte guida -3-

Red/Nav

Roma, 22 nov. (askanews) - In campo umano, la regione Piemonte ha realizzato un report sui consumi territoriali, ha in atto le sorveglianze delle antibiotico-resistenze e delle infezioni correlate all'assistenza e partecipa alla rete nazionale aifa per la realizzazione del monitoraggio dei consumi e appropriatezza d'uso degli antibiotici. L'uso eccessivo, inappropriato e inadeguato degli antibiotici determina la selezione di ceppi batterici resistenti all'antibiotico, tanto nelle persone e negli animali con infezione batterica quanto nelle persone e animali sani con infezione non batterica.

Per contrastare questo complesso fenomeno le autorità sanitarie internazionali, europee e nazionali hanno approntato piani dedicati che utilizzano la metodologia "one health", cioè la condivisione di obiettivi e il coordinamento delle azioni tra ambiti, settori e professionalità differenti non esclusivamente sanitari. La regione si è dotata di un piano 2019-2020 per il contrasto alle antibiotico-resistenze, coerente con quello nazionale, che ha come obiettivo principale "mettere a sistema" le attività presenti e individuare le azioni prioritarie per un intervento di contrasto di lungo respiro.

Il piano è rivolto a sostenere e sviluppare in modo coordinato le tre aree di intervento strategico: il contrasto alla selezione dei ceppi resistenti, tramite l'uso responsabile, appropriato e prudente degli antibiotici; il contrasto alla prevenzione delle infezioni e della diffusione dei ceppi resistenti; la formazione degli operatori e l'informazione e comunicazione alla popolazione. in occasione della giornata europea degli antibiotici, le aziende sanitarie svolgono attività informative e la regione ha messo a disposizione materiale rivolto alla popolazione e agli operatori sanitari, inviato alle strutture sanitarie e ai medici di medicina generale e ai pediatri.