Salute, Zampa: INMP punto riferimento assistenza migranti e povertà -2-

Cro-Mpd

Roma, 6 feb. (askanews) - "Un obiettivo - aggiunge la Sottosegretaria Zampa - che viene perseguito quotidianamente attraverso l'assistenza socio-sanitaria rivolta ai più deboli, alle donne vittime di violenza, a minori stranieri non accompagnati e alle persone che vivono in condizioni di fragilità socio-economica, temi da sempre cari all'Istituto".

"Anche a nome del Ministro Speranza - prosegue - voglio davvero ringraziare tutti coloro che ogni giorno lavorano per migliorare la vita dei più deboli e quanti mi hanno accompagnata: dal Direttore Generale Concetta Mirisola, al Direttore Sanitario Gianfranco Costanzo e al Direttore Amministrativo Daniele Baldi, con i quali ho potuto constatare di persona le attività socio-sanitarie svolte quotidianamente. Il mio ringraziamento va anche al personale multidisciplinare dell'INMP - medici, psicologi, mediatori transculturali, assistenti sociali, antropologi - e al dott. Andrea Cavani, direttore del laboratorio di ricerca dell'Istituto".

La visita si è poi spostata presso il Teatro Anatomico dove la Sottosegretaria ha conosciuto i principali ambiti di intervento dell'INMP, dall'assistenza sanitaria e sociosanitaria alle attività dell'Osservatorio Epidemiologico Nazionale per l'Equità nella Salute (OENES). "L'Atlante - sottolinea Zampa- rappresenta, per i decisori politici e i programmatori, uno strumento essenziale per il confronto della mortalità nei diversi territori del Paese, in grado di orientare le politiche sulla base di evidenze scientifiche solide". "Mi impegno - conclude - ad organizzare presto un ulteriore incontro con la direzione strategica dell'INMP al fine di trattare in maniera più approfondita alcune tematiche rientranti tra le mie deleghe come, ad esempio, le problematiche di accesso ai servizi sanitari dei minori stranieri".