Salvata dall'ex violento grazie al braccialetto anti-stalker

·1 minuto per la lettura

AGI - Salvata dal dispositivo anti stalker. È il lieto fine della brutta avventura vissuta da una donna di 37 anni, avvicinata dal suo ex in violazione del divieto impostogli dal tribunale: l'uomo, un 33enne romano già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Settecamini.

La vittima, dopo aver denunciato le violenze subite dal partner, era riuscita a troncare la relazione mentre per l'ex il gip di Roma aveva disposto il divieto di avvicinamento con braccialetto elettronico.

Una misura cautelare “rinforzata” dal dispositivo elettronico d'allarme che la donna aveva acconsentito a portare sempre con sé.

Un piccolo strumento che, ieri sera, l'ha salvata da probabili ulteriori aggressioni e ha consentito ai militari di far scattare le manette ai polsi dell'uomo accusato di stalking.

La 37enne, al termine del suo turno di lavoro, sentendo il suo dispositivo squillare, ha infatti capito di essere in pericolo: il suo ex la stava aspettando fuori.

Immediatamente ha allertato il Numero unico di emergenza 112 e ha richiesto l'intervento dei Carabinieri, già allertati anche loro dal dispositivo anti-stalker che ha avvisato la Centrale operativa della Compagnia di Tivoli.

Giunti sul posto, i militari -  dopo aver preso contatti con la vittima - hanno identificato nelle vicinanze l'uomo che, effettivamente, sembrava animato da intenzioni tutt'altro che buone. Una volta scoperto ha iniziato a minacciare la ex ed è stato quindi fermato e condotto in carcere. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli