Salvini ai No Tav: “Non tollereremo nessuna forma di violenza

matteo salvini

In vista della manifestazione proclamata dai No Tav a Torino il prossimo sabato, Matteo Salvini è intervenuto a Radio Anch’io. “Speriamo non ci siano episodi di violenza -auspica il ministro – ma nel caso ci fossero verranno perseguiti come prevede la legge. Non tollereremo violenza contro le forze dell’ordine, niente resterà impunito”. Infatti, sono già scattati i primi controlli in Valsusa per evitare episodi spiacevoli. Inoltre, per sabato sono previsti almeno 500 poliziotti schierati per la protesta. Vediamo cosa ha detto il ministro.

Matteo Salvini avverte i No Tav

Matteo Salvini ha lanciato i controlli in Valsusa per la manifestazione di protesta contro la Tav. Sabato prossimo, infatti, è prevista una passeggiata verso il cantiere di Chiomonte. Il ministro degli Interni spiega: “Ognuno può esprimere liberamente il proprio pensiero ma nessuna violenza sarà tollerata, né resterà impunita. Attenzione massima per questo fine settimana, con il totale sostegno alle nostre Forze dell’Ordine”. Questo è il messaggio del vicepremier sui social: saranno ben 500 i poliziotti schierati in Valsusa.

I controlli in corso

Il consigliere comunale di Torino, Deborah Montalbano, spiega: “Ci sono controlli appena scesi dalla stazione con tanto di foto posizionata sulla carta di identità., da parte delle forze dell’ordine”. Infatti, quella di sabato si prospetta come una protesta in cui i No Tav dimostreranno “fin da subito la nostra vitalità”. L’esponente di Dema, infine, rincara la dose: “Il governo del cambiamento è peggio del Pd. Arrivano già le prime segnalazioni dai nostri rappresentanti di Dema Torino che si stanno recando in Valle. Viva la libertà di movimento, viva la Democrazia, viva il rispetto dei diritti vigenti in questo Paese e non garantiti dal governo del Cambiamento. Ci vediamo sabato in Valle”.