Salvini: altro che droga libera, test sui parlamentari...

Rea

Roma, 30 set. (askanews) - "In Parlamento c'è qualcuno che vorrebbe legalizzare la droga e vorrebbe lo Stato spacciatore. Io ho proposto e riproporrò l'esame antidroga non solo per quelli che fanno lavori sensibili, ma anche a deputati e senatori per capire se quando vanno a schiacciare i bottoni sono lucidi oppure si sono pippati qualcosa... Perché a volte ci sono degli occhi che o uno è stanco oppure...". Così il leader della Lega Matteo Salvini, in un comizio in Umbria, a Stroncone.

Salvini è tornato poi ad attaccare il governo: "E' formalmente corretto, ma è figlio di un furto di volontà popolare, perché non rispecchia la volontà degli italiani, ma nemmeno di Pd e M5S, che non si sopportano: litigano sull'Iva, uno del Pd dice sì Ius soli poi Di Maio dice no ius soli, sulla riforma della giustizia fanno come cane e gatto. L'unico motivo per cui stanno insieme al governo è perché gli sta sulle palle Salvini".