Salvini: "Anche oggi litigano su tasse e poltrone, non era più giusto il voto?"

webinfo@adnkronos.com

"Anche oggi il governo abusivo litiga su nuove tasse, nuovi tagli e nuove poltrone. Presidente Mattarella, non sarebbe stato più giusto, democratico e rispettoso far votare gli italiani?". Così il leader della Lega Matteo Salvini che, rispondendo a una domanda della stampa sulle dichiarazioni della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che oggi ha richiamato gli alleati a una riforma unitaria della legge elettorale, ha rivelato: "Stiamo lavorando" a una proposta di legge elettorale comune a tutto il centrodestra.  

"Sicuramente nelle Regioni il referendum va avanti - continua Salvini con riferimento alla consultazione abrogativa della quota proporzionale dell’attuale legge elettorale, da lui proposta - Se si coinvolge il popolo è sempre meglio". 

Quanto alla frase di Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, che oggi ha detto che "l’opa di Salvini su Fi è fallita", ha chiosato: "Io mi occupo di vita reale".