Salvini arriva al Consiglio federale della Lega: "Ascolto tutti e poi decido io"

·1 minuto per la lettura
ROME, ITALY - SEPTEMBER 10: Lega leader Matteo Salvini visited the suburban district of Tor Bella Monaca to listen to the requests and complaints of some of the residents of the social housing managed by the municipality of Rome in Via Amico Aspertini, which are in a state of disrepair, on September 10, 2021 in Rome, Italy. The Tor Bella Monaca neighbourhood, located in the south-eastern outskirts of the capital, is considered one of the most degraded, abandoned and crime-ridden areas in Rome (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)
ROME, ITALY - SEPTEMBER 10: Lega leader Matteo Salvini visited the suburban district of Tor Bella Monaca to listen to the requests and complaints of some of the residents of the social housing managed by the municipality of Rome in Via Amico Aspertini, which are in a state of disrepair, on September 10, 2021 in Rome, Italy. The Tor Bella Monaca neighbourhood, located in the south-eastern outskirts of the capital, is considered one of the most degraded, abandoned and crime-ridden areas in Rome (Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images) (Photo: Simona Granati - Corbis via Getty Images)

“Ascolto tutti e decido, come sono solito fare”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando con i cronisti prima di entrare alla riunione del consiglio federale del partito, a Montecitorio. “La priorità è tagliare le tasse e difendere il lavoro. La mia impressione è che il consiglio federale approverà all’unanimità le posizioni presenti e future della Lega”, ha aggiunto l’ex ministro dell’Interno.

All Palazzo dei gruppi diMontecitorio si tiene la riunione del consiglio federale della Lega Salvini premier. Il massimo organo esecutivo del partito è stato convocato da Roberto Calderoli dopo le anticipazioni del libro di Bruno Vespa in cui Giancarlo Giorgetti muoveva delle critiche alla linea di Matteo Salvini. Alla riunione con Salvini partecipano, in presenza e in video collegamento, una quarantina di dirigenti leghisti, tra cui i suoi tre vice, Giorgetti, Andrea Crippa e Lorenzo Fontana, i capigruppo di Camera e Senato, Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo, i capi delegazione a Strasburgo, Marco Campomenosi e Marco Zanni, i coordinatori regionali e i governatori.

“Stiamo affrontando un periodo di governo di unità nazionale per superare la pandemia. Quello che abbiamo in testa è un governo liberale di centrodestra fondato su alcuni valori come la difesa della famiglia, delle libertà e il taglio delle tasse”, ha aggiunto il leader del Carroccio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli