Salvini arriva a Bologna, contestazione di Potere al popolo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Bologna, 20 set. (askanews) - "Salvini sciacallo! La vera sicurezza è casa, reddito, dignità". Con queste parole, scritte su un telo bianco, una ventina di manifestanti hanno accolto a Bologna il segretario della Lega, Matteo Salvini.

"Siamo qua per dire che Salvini non è benvenuto a Bologna e che deve smetterla di fare sciacallaggio nelle periferie della città - ha spiegato Marta Collot, leader di Potere al popolo e candidata sindaco il 3 e 4 ottobre -. E per dire che il suo concetto di sicurezza non è il nostro. Noi infatti pensiamo che la sicurezza sia una sicurezza sociale che si fa dando casa, lavoro e dignità a tutti quanti".

Giunto a Bologna nel tardo pomeriggio, Salvini ha partecipato a un comizio elettorale promosso dalla Lega in Piazza dei Colori, nella periferia della città. Circa un anno fa il leader del Carroccio si era presentato, poco distante, in un'altra periferia del capoluogo, al Pilastro. Quel giorno Salvini suonò al campanello di una famiglia residente, additata come spacciatore di droghe da una militante della Lega.

"Siamo qua anche per gli abitanti del Pilastro - ha aggiunto Collot -. Un anno e mezzo fa è stata fatta un'operazione criminale che ha mandato sul lastrico un'intera famiglia. Siamo qua per pretendere dignità e giustizia per tutte le periferie di questa città che vengono messe sotto attacco dalla propaganda becera della Lega".

I manifestanti di Potere al popolo sono stati tenuti a distanza dalle forze dell'ordine.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli