Salvini, arriva la risposta dei leghisti alle ‘Sardine’

Salvini, arriva la risposta dei leghisti alle ‘Sardine’

Non si è fatta decisamente attendere la risposta dei leghisti alle ‘Sardine’, assolute protagoniste negli ultimi fatti di cronaca dopo le proteste in Emilia Romagna contro il leader della Lega Matteo Salvini. In particolar modo Bologna e Modena si sono opposte alle politiche dell’ex ministro degli interni, anche se alcune proteste sono sfociate in attacchi alle forze dell’ordine creando un bel po’ di confusione. Episodi non piacevoli che lasciano il segno, sempre, fondati sulla pura violenza senza alcuno scontro ideologico.

Sorrento, i leghisti rispondono alle ‘Sardine’

Dalla formazione del nuovo governo si è davvero capito ben poco nel mondo della politica, ma una cosa è certa: Matteo Salvini è diventato lo spartiacque della popolazione, sei con lui o sei contro di lui. Le proteste emiliane si contrappongono alla netta vittoria del centrodestra nelle elezioni regionali in Umbria, confermando il ruolo da attore protagonista di Salvini, con il leader della Lega assoluto trascinatore della coalizione con Forza Italia e Fratelli d’Italia. Gli attacchi (alcuni violenti e da condannare) di Bologna e Modena non sono passati inosservati ai leghisti che, attraverso un messaggio lanciato sui social network dalla referente della Lega Clara Rolla, hanno risposto alle ‘Sardine’: “#Amepiacelapezzogna“. Il post è diventato subito virale facendo, in poche ore, il giro di tutto Italia. Proprio nel corso della prossima settimana Salvini è atteso a Sorrento e Positano per incassare le adesioni di Peppe Cuomo (sindaco di Sorrento) e Michele de Lucia (sindaco di Positano).