Salvini: assalto a Cgil, Lamorgese si prenda le sue responsabilità

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ott. (askanews) - "Ministro, si prenda le sue responsabilità: se non ha capito quello che stava succedendo è grave, se lo ha capito e non ha fatto niente è ancora più grave". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando in aula al Senato sull'informativa della ministra dell'Interno Luciana Lamorgese sull'assalto di Forza Nuova alla sede della Cgil il 9 ottobre scorso in occasione della manifestazione dei No Green Pass.

Salvini ha attaccato la responsabile del Viminale perchè non ha fatto "nessun accenno di autocritica, solo uno scarico di responsabilità su chi sta sul campo". Poi ha richiamato l'episodio nel quale il presidente della commissione antimafia, Nicola Morra, "disse testualmente 'in Italia spesso la criminalità organizzata va cercata nelle prefetture: io da ministro dell'Interno avrei chiesto o i nomi o le dimissioni. Lei ha fatto il prefetto, nomina i prefetti, ha autorità sui prefetti e lascia dire tranquillamente che nelle prefetture si annidano mafiosi e camorristi? E non è colpa dei fascisti, su questo non c'entrano...".

"Se fossi stato io ai banchi del Governo - ha affermato il leader leghista - immagino i vostri interventi: il ministro Salvini ha permesso che dei fascisti che non dovevano essere in piazza dessero l'assalto alla sede della Cgil. Quel cretino, quel delinquente, non lo definisco neanche fascista, non doveva essere in piazza: perché ce l'avete lasciato? E non è colpa dei prefetti, dei questori, dei poliziotti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli