Salvini attacca la Raggi: "Peggior sindaco dal dopoguerra, fatti da parte"

REUTERS/Flavio Lo Scalzo

Il leader della Lega Matteo Salvini torna ad attaccare la sindaca di Roma Virginia Raggi sul tema dell’emergenza rifiuti nella Capitale.

Intervenuto da piazza del Campidoglio, l’ex ministro dell’Interno ha attaccato frontalmente la prima cittadina capitolina: “"Se c'è un po' di dignità si torna alle elezioni, è il peggior sindaco dal dopoguerra a oggi. Sarà brava a fare l'avvocato, la mamma, la cuoca ma il sindaco non è il suo mestiere". Poi, tramite i propri canali social, ha proseguito: “Possibile che in tutto il mondo sviluppato i rifiuti vengano valorizzati e trasformati in ricchezza mentre a Roma si rischia l’emergenza sanitaria? Per il bene della Capitale e dei suoi cittadini è ora che la Raggi si faccia da parte, ha sbagliato mestiere”.

GUARDA ANCHE - Salvini sfida Pd e M5S

Contromanifestazione del M5S

Nel corso della manifestazione, alla quale Salvini è stato accolto dai suoi sostenitori con bandiere della Lega e uno striscione con scritto “Raggi dimettiti”, dal Campidoglio sono usciti dei consiglieri Cinque Stelle che hanno dato vita ad una contromanifestazione. Se i sostenitori leghisti hanno intonato cori contro Di Maio (“Giggino portaci da bere”), dei consiglieri Cinque Stelle si sono affacciati sulla scala della Lupa capitolina portando un vassoio di mojito ed esponendo cartelli come “Dal mojito al White russian è un sorso” e un altro con scritto “Salvini questo è il Campidoglio, non è il Papeete”.

GUARDA ANCHE - Salvini e quella diretta Facebook disturbata dai “mostri di Roma”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Il Parlamento Ue applaude Carola: l'ira di Salvini

Fioramonti, polemica sul figlio alla scuola inglese. L'attacco di Santanché

Migranti, Di Maio: "Decisioni sui rimpatri in 4 mesi"