Salvini attacca Putin: "Bisogna metterlo in ginocchio"

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini è scatenato e parla di Putin, delle sanzioni e della sua alleanza con il resto del centrodestra. Il leader della destra non le manda a dire al presidente della Federazione Russa, che in passato ha difeso, e lo attacca.

Guerra in Ucraina, Salvini contro Putin: “È in torto marcio, bisogna metterlo in ginocchio”

Intervistato da Radio Capital, Salvini ha dichiarato: “Putin è in torto marcio ha scatenato una guerra orrenda, ha invaso un Paese, ha riportato morte e distruzione nel continente europeo”. Ha poi continuato il suo attacco aggiungendo: “Bisogna punirlo, fermarlo, metterlo in ginocchio“. Sebbene sia così schierato nel condannare il presidente russo, resta ambiguo sulle sanzioni che secondo lui non stanno fermando la guerra e invece di mettere in ginocchio la Russia, stanno mettendo in ginocchio noi italiani. Sempre sulle sanzioni, Salvini ha proposto al governo uscente di stanziare almeno 30 miliardi per contrastare il famigerato caro bollette.

Il centrodestra è davvero diviso? Matteo Salvini risponde

Salvini ha poi parlato anche del suo rapporto con gli alleati del centrodestra. Secondo molti politici italiani rivali alle elezioni, la coalizione di destra sarebbe divisa, soprattutto su temi come le sanzioni. A tal proposito, il leader del Carroccio ha affermato: “Con gli alleati abbiamo davanti cinque anni belli ma impegnativi. Abbiamo provenienze, origini, culture diverse. Un programma comune di quattro forze politiche diverse è uno sforzo per ridurre le distanze ed esaltare le vicinanze. Non vedo l’ora che arrivi il 25 settembre, poi saremo giudicati con i fatti”.