Salvini avverte: “Migliaia di migranti pronti a partire dalla Libia”

salvini migranti libia

Matteo Salvini definisce una catastrofe la gestione attuale delle partenze dei migranti dalla Libia. Lo fa attraverso una diretta Facebook il 5 febbraio, con parole molto dure verso l’attuale governo: “Mi arrivano notizie allarmanti dalla Libia: governo avvisato. Ci sono decine di migliaia di donne e uomini pronti a partire. Rischiamo la catastrofe umanitaria, rischiamo un aumento di 7 volte delle partenze.”

Salvini torna a parlare di Libia e migranti

Il leader della Lega rincara polemicamente la dose contro l’attuale esecutivo: “E come reagisce il governo? Con una circolare alle prefetture in cui si invita ad aumentare i rimborsi per le strutture che accolgono i richiedenti asilo. Uno più uno fa due”. Salvini afferma inoltre: “Capito? Riaprono i porti, fanno aumentare gli sbarchi e stanno lavorando per aumentare i guadagni che noi avevamo ridotto”. Ancora, continua l’ex ministro dell’Interno: “Da 35 euro al giorno per ogni migrante, noi avevamo ridotto la quota a 21, riportandola alla media europea. Riaprono i porti e i portafogli. E chi viene processato per questo? Io”.

Il leader della Lega si è espresso nella diretta Facebook anche sul contagio di coronavirus: “Stiamo seguendo con tutti i nostri sindaci e tutti i nostri governatori l’evoluzione del virus non solo in Italia, ma in Cina e nel mondo. Le vittime ormai sono arrivate a quota 500, alla faccia dell’allarmismo diffuso da Salvini che non aveva altro da fare. Quando c’è un’epidemia che contagia decine di migliaia di persone in tutto il mondo e provoca centinaia di morti, un po’ di cautela in casa nostra penso che sia il minimo da richiedere, un po’ di controlli di chi va e chi viene”.