Salvini: "Carola? Sulla sua nave tre torturatori e stupratori"

webinfo@adnkronos.com

"Carola, sulla sua nave, aveva trasportato tre torturatori e stupratori libici, che sono stati arrestati in Italia". Così Matteo Salvini, intervenendo a Passignano sul Trasimeno, nel Perugino. "L'ho letto questa mattina sui giornali, giornalisti che fanno bene il loro lavoro". 

Il leader della Lega Salvini, in una nota, afferma ancora che Carola ''non solo ha violato le leggi e speronato una motovedetta della Guardia di Finanza: il 29 giugno scorso la Sea Watch3 di Carola Rackete avrebbe scaricato in Italia tre immigrati accusati di violenze, stupri, sequestro, omicidio". "Alcuni parlamentari del Pd erano saliti a bordo per chiedere lo sbarco di tutti gli immigrati, compresi quelli che ora sono sospettati di essere feroci criminali. - prosegue Salvini - Chiediamo spiegazioni al premier, alla Farnesina, al Guardasigilli e al Viminale. Siamo pronti a denunciare Rackete e i parlamentari che hanno voluto a tutti i costi lo sbarco. Chiedano scusa all'Italia''.