Salvini: casa già supertassata, per aumenti tasse bastava Monti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 set. (askanews) - "A livello nazionale la priorità della Lega è che non aumentino le tasse, perché per aumentare la tassa sulla casa, per tornare alla legge Fornero e agli aumenti delle bollette di luci e gas bastava Mario Monti. Siccome Draghi non è Monti, la Lega ha deciso di entrare in questo Governo per evitare l'aumento di tasse". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine di una visita all'ospedale Buzzi.

"Noi in Parlamento e al Governo diremo di no a qualsiasi ipotesi di ritorno alla Fornero, di aumento della tassa sulla casa, che in Italia è già tassata e supertassata, e ripropongo a Draghi e al Ministro dell'Economia il taglio dell'Iva sulle bollette di luce e gas" ha aggiunto Salvini.

"Il taglio dell'Iva sulle bollette del gas costerebbe la metà rispetto al rinnovo del reddito di cittadinanza, quindi sono due visioni del mondo diverse. Quindi per me occorre confermare quota cento e rivedere il reddito di cittadinanza. Il Pd e i 5 Stelle vogliono cancellare quota cento e confermare il reddito di cittadinanza. Su questo si vedrà in Parlamento e al Governo da che parte andrà il Paese. Io nuove tasse non le voto e non le voglio" ha ribadito Salvini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli