Salvini chiama Berlusconi in piazza

webinfo@adnkronos.com

Divisi fino a qualche giorno fa sulla piazza, Lega e Forza Italia ritrovano l'unità. A ricomporre la frattura è bastato un pranzo, ieri, a Milano, tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, nella residenza storica del Cav in via Rovani. Il 'Capitano', infatti, ha invitato l'ex premier alla manifestazione di piazza San Giovanni del 19 ottobre, promossa dal Carroccio per protestare contro il governo giallorosso. Il leader azzurro, raccontano, lo avrebbe ringraziato, rinviando a un consulto con i vertici azzurri l'ok definitivo alla presenza di Forza Italia in piazza.  

Il centrodestra, dunque, si ricompatta anche sull'opposizione fuori dal Parlamento. Lunedì scorso, il giorno della fiducia al Conte bis, Forza Italia non aveva partecipato (e il Cav non aveva ricevuto nessun invito) al presidio tricolore in piazza Montecitorio organizzato da Fdi, presente Salvini. L'assenza di Berlusconi o almeno di una delegazione di Fi aveva creato molte polemiche, ma il leader azzurro aveva giustificato la sua scelta spiegando che ''Fi sarebbe scesa in piazza solo qualora avessere messo le mani nelle tasche degli italiani, ad esempio con la patrimoniale'', ma non per protestare contro la nascita di un governo, quello M5S-Pd, ''legittimo dal punto di vista costituzionale'', anche se non espressione del voto popolare.  

Ora, però, le cose sono cambiate, e il 19 ottobre, Fi sarà in piazza con la Lega e Fdi, ovvero con il centrodestra unito, perché stavolta il nuovo governo non vuol fare la flat tax e punta a 'toccare' il portafoglio dei cittadini. Sestino Giacomoni, membro del coordinamento nazionale azzurro, spiega le ragioni della ritrovata pax di piazza: ''Stavolta noi andremo in piazza il 19 ottobre con tutto il centrodestra a difendere gli interessi degli italiani, così come facemmo contro il governo delle tasse di Prodi. E soprattutto, manifesteremo contro un governo che ha detto no alla flat tax, nonostante questa misure fosse nel programma del centrodestra, votato dalla maggioranza degli italiani''. A San Giovanni non si sa se ci sarà Berlusconi, è presto per dirlo, in ogni caso all'appuntamento non mancherà una delegazione azzurra.