Salvini "Con Draghi totale condivisione, sulle riforme bisogna correre"

·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - "C'e' totale condivisione su come andare avanti nei prossimi mesi, bisogna correre sulle riforme, la riforma della giustizia, quella fiscale, riforma della Pa e avvio di tutti i cantieri fermi. Chiunque si mettera' di traverso sulla via delle riforme avra' nella Lega un avversario perche' la situazione economica e' positiva, e' una estate con una crescita a doppia cifra. Lavoriamo con buon senso, ho detto al presidente che la Lega c'e'". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, uscendo da palazzo Chigi dopo l'incontro con il premier Draghi. Tra gli argomenti affrontati anche il Green Pass. "Dal mio punto di vista nessun modello francese, se ci sono eventi particolarmente affollati, come lo stadio, ci può essere una richiesta di controllo sacrosanta - ha detto Salvini - Noi non siamo per gli estremismi, ne' da una parte e ne' dall'altra, quello francese non è un modello perché chiedere il green pass per andare a prendere un caffè o a prendere l'autobus è fuori discussione". Affrontato anche il tema scuola: "Abbiamo parlato della riapertura delle scuole per tutti in sicurezza con insegnanti e bimbi in classe, senza preclusioni ed esclusioni". "Le esclusioni dalle classi per i non vaccinati non esiste", ha affermato il leader della Lega. Durante l'incontro, Salvini ha anche chiesto al presidente del Consiglio la riapertura dei locali per giovani, discoteche e sale da ballo che sono disponibili "gia' questo fine settimana seguendo tutti i protocolli di sicurezza". "Bisogna far tornare a divertire i giovani in maniera sana, sicura e controllata - ha concluso - perche' e' meglio un divertimento sicuro in posti sicuri che l'illegalita'".

(ITALPRESS).

tan/fil/red

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli